Educazione al consumo del pesce

Educazione al consumo del pesce

Nell'ambito del Progetto Rifosal "Chi pesca trova" è stato pubblicato il seguente articolo:

Educazione al consumo e allo sfruttamento delle risorse ittiche rivolta ai ragazzi in età scolare. Cellai L.L.; La Rivista di Scienza dell'Alimentazione; 2016, Anno 45, N.3, 17-31.

Riassunto. Il consumo regolare di prodotti ittici rappresenta un forte fattore protettivo per la salute della popolazione. Educare bambini e ragazzi in età scolare al consumo di prodotti ittici richiede interventi mirati che tengano conto sia dei fattori psicologici sottostanti l’assunzione di comportamenti rilevanti per la salute sia delle risorse attraverso le quali possono essere veicolati tali interventi. La psicologia sociale e la psicologia della salute hanno proposto vari modelli per spiegare l’assunzione da parte delle persone di comportamenti che hanno un impatto sulla salute. Le ricerche rivolte specificamente al consumo di prodotti ittici da parte di bambini e ragazzi che si sono basate sui tali modelli hanno evidenziato diversi fattori determinanti. Fra questi risultano particolarmente rilevanti l’intenzione di consumare pesce, la percezione di controllo riguardo alla pietanza consumatain termini di cura percepita nella preparazione, l’atteggiamento del gruppo di pari nei confronti del consumo di pesce e la gradevolezza delle componenti sensoriali della pietanza (aspetto, odore, presentazione, presenza di lische ecc.). Alla luce di tali risultati vengono proposte strategie di intervento su larga scala per incoraggiare il consumo di prodotti ittici in bambini e ragazzi di età scolare, che coinvolgono la famiglia, la scuola e la comunità, come suggerito da un approccio ecologico.

clicca qui